Passa al contenuto
Spedizione gratuita sopra i 99 €*

per tutti gli ordini idonei

Garanzia Ooni

Registra i tuoi prodotti qui

Acquista in tutta tranquillità

Restituzione estesa e assistenza 24/7

10 consigli per infornare la pizza perfetta
10 consigli per infornare la pizza perfetta

9 consigli per una pizza (quasi) perfetta


By: Dana De Greff

Le prime volte che si prepara la propria pizza a casa, non è raro trovarsi di fronte ad alcuni ostacoli. Se ti serve una mano (o se hai già riscontrato qualche criticità), non preoccuparti: vedrai che, con i consigli giusti, la tua tecnica migliorerà e fare la pizza diventerà ancora più divertente.
La cosa più importante è allenarti: con un po' di impegno e di tempo - e, naturalmente, appetito! - presto sarai in grado di infornare senza problemi e potrai organizzare pizzate indimenticabili.

One hand sprinkling Caputo Semola fFour over an Ooni Bamboo Pizza Peel & Serving Board on a table with a bag of  Caputo Semola Flour, a bowl of tomato sauce and Ooni dough balls.

1. Scegli la farina giusta

Ci sono molti modi diversi per preparare una pizza, ma una cosa non cambia mai: serve la farina. Sebbene ne esistano diversi tipi (dalla farina "00" alla farina senza glutine, dalla farina per pane alla farina integrale), qui trovi una guida pratica per aiutarti a trovare la farina che fa per te.

2. Comincia dal principio

Una volta che hai la giusta farina, ti serve una buona ricetta per l'impasto. Se cominci da zero, ti consigliamo di provarela nostra ricetta per pizza classica: è semplice, facile da seguire e richiede solo tre o quattro ore di lievitazione, ma ti darà grande soddifazione. Se sei veramente di corsa, provare il nostro impasto per pizza veloce, che richiede solo un'ora di lievitazione. E poi, non dimenticare che nessuna pizza (a meno che non sia una pizza bianca, ovviamente) è veramente completa senza la sua salsa.

3. Stendi l’impasto a temperatura ambiente

Dopo aver preparato il tuo impasto, è il momento di stendere la tua pizza. L'impasto per la pizza è più facile da lavorare a temperatura ambiente. Se hai scelto una lievitazione a freddo, togli l’impasto dal frigo almeno 4 ore prima di cuocerlo. Se l'impasto è troppo freddo, sarà difficile da stendere perché tenderà a ricompattarsi tornando alla forma originale. Al contrario, se è troppo caldo, potrebbe attaccarsi alla pala, oppure stendersi troppo e strapparsi.

Two hands stretching dough on an Ooni Perforated Pizza Peel on top of a bamboo cutting board.

4. Utilizza due pale

Otterrai risultati decisamente migliori se la tua pala e i tuoi ingredienti saranno a temperatura ambiente. Per questo l'uso contemporaneo di due pale può rivelarsi molto utile: puoi alternare una "pala da preparazione" (da usare come base sulla quale dare forma alla tua pizza e infornarla) e una "pala calda" (per girare ed estrarre la pizza dal forno). In questo modo, la pala da preparazione rimarrà sempre a temperatura ambiente e non si scalderà all'interno del forno: questo eviterà che l'impasto si ammorbidisca, attaccandosi alla pala e diventando difficile da infornare.

5. Tanta farina, nessun buco

Prima di stendere la pizza, è essenziale infarinare le mani, la superficie su cui stai lavorando e la tua pala. Una volta stesa la base, assicurati che non ci siano buchi: l’umidità, insinuata tra la pala e l'impasto, potrebbe fare attaccare quest'ultimo. Se trovi piccoli buchi, “pizzicali” delicatamente con pollice e indice. Se i buchi sono troppo grandi, non preoccuparti: è l'occasione perfetta per un calzone di emergenza!

6. Fai il test dell’impasto

Una volta che hai steso la base sulla pala e pensi che sia il momento di aggiungere anche la salsa e il resto dei condimenti, aspetta un attimo! Prima di procedere, fai un piccolo test: prendi la tua pala e scuotila leggermente. Se l'impasto si è attaccato e non si muove, cerca di sollevare il bordo dell'impasto e di aggiungere un po' di farina sulla pala. Una volta che avrai aggiunto la salsa e gli ingredienti, non potrai più farlo. Come si dice? “Ora o mai più”.
Ooni Stack with fresh mozzarella and basil on table with an uncooked margarita pizza on an Ooni Bamboo Pizza Peel & Serving Board with a Volt 12 in the background.

7. Vacci piano con i condimenti

In generale, è meglio metterne il meno possibile, perché così facendo la tua pizza non sarà “appesantita” e sarà più semplice infornarla. Presta molta attenzione anche quando stendi la salsa: ogni goccia che cade sulla pala può complicare il momento in cui dovrai infornare. Visto che stiamo parlando di ingredienti e condimenti, eccoti alcune opzioni davvero interessanti: cavolo romanesco, miele piccante e peperoncini.

8. Lentamente, ma con ritmo

Quando la tua pizza è stesa e ben condita, è quasi il momento di infornarla. Ricorda: l'impasto resta troppo a lungo all'aria aperta, rischia di attaccarsi alla pala. Infatti, la salsa può iniziare a infiltrarsi nell'impasto e renderlo appiccicoso. Quindi: non stiamo dicendo di “fare di corsa” - preparare la tua pizza deve essere un piacere - ma assicurati di stendere la tua pizza e assemblare tutti gli ingredienti solo quando è davvero il momento di infornarla.

9. Prova “la tecnica dell’aeroplano"

Questa tecnica fa davvero miracoli: "l'aeroplano" consente all'impasto di far scivolare la pizza dalla pala al forno. Per metterla in pratica, solleva un bordo della base della pizza e soffia delicatamente sotto l'impasto. In questo modo si creano delle bolle d'aria sotto la pizza e si distribuisce la farina in eccesso sul lato inferiore, in tutte le zone che potrebbero attaccarsi. Puoi anche aggiungere un po' di farina in più per assicurarti che la pizza passi dalla pala al forno in un’unica mossa.

Dana De Greff è una scrittrice di Austin, Texas. Quando non sta mangiando pizza o scrivendo  per Ooni, è quasi sicuramente impegnata a leggere, andare in bicicletta o cercare i migliori tacos in città.


Articolo precedente Come abbinare pizza e cocktail durante l’aperitivo

Aggiunto al tuo carrello:

Titolo del prodotto

  • (-)
Totale parziale carrello