Passa al contenuto
Stai cercando informazioni sulla spedizione? Clicca qui
Stai cercando informazioni sulla spedizione? Clicca qui
Spedizione gratuita sopra i 99 €

per tutti gli ordini idonei

Una pizza fantastica

oppure lo riacquisteremo entro 60 giorni

Compra ora, paga dopo

Acquista ora, paga dopo con Klarna.

Come preparare la pizza per tante persone: consigli per cuocere più pizze e farsi perdonare le figuracce

Come preparare la pizza per tante persone: consigli per cuocere più pizze e farsi perdonare le figuracce

Se, come la food writer Alicia Kennedy ha recentemente proclamato su Bon Appétit, l'intrattenimento alla vecchia maniera (impeccabile, preparato con cura, ansiogeno) è morto, allora qualcos'altro deve prendere il suo posto.  

Una bella pizzata è per noi la soluzione ideale. 

L'esatto contrario di una cena alla Martha Stewart tutta perfetta, una pizzata è confusionaria, veloce e conviviale. Lascerà residui di pizza sul pavimento, birre fredde accanto alle pizze fumanti e, per quanto cerchi di evitarlo, i tuoi pantaloni saranno sporchi di farina. Ma ciò non significa che debba essere un vero e proprio caos. Ecco i nostri consigli per una pizzata ben riuscita (e senza stress).  

  1. Fai le prove generali. Proprio come quando eviti di sperimentare un nuovo piatto quando hai ospiti a cena, dovrai testare le tue ricette per la pizza prima di invitare qualcuno. Impara a preparare un impasto con cui puoi lavorare, o trova un impasto già pronto su cui fare affidamento. Prova le tue combinazioni di guarnizioni, soprattutto se ti piace andare oltre le ricette classiche. 
  2. Prova a usare il gas. Per cuocere molte pizze ci vuole tempo e anche molto combustibile. I forni a gas sono la scelta più semplice in termini di gestione del combustibile: basta accendere il forno e via. Fino a che la bombola del gas sarà piena, potrai sfornare per parecchio tempo. Per ulteriori dettagli, consulta la nostra tabella sul consumo di gas
  3. Preparati un piano B. Che si tratti dell'impasto, della bombola o delle birre, ti consigliamo di avere un piano B. Qualche pizza si è bruciacchiata un po' più delle altre? Tira fuori i tuoi panetti di impasto di emergenza. Ti è finita la bombola? Attacca quella di scorta. 
  4. Preparati in anticipo. Fai lievitare tutto l'impasto, prepara la salsa, grattugia il formaggio, taglia e affetta le guarnizioni in anticipo. Abbiamo per te i porta ingredienti da pizzeria con i relativi contenitori, ma vanno benissimo anche i contenitori da asporto che preferisci, purché abbiano il coperchio. In entrambi i casi, ti congratulerai con te stesso quando inizierai a cucinare. 
  5. Misura la temperatura e ripeti spesso questa operazione. Tieni il termometro a infrarossi a portata di mano durante la festa e di tanto in tanto controlla la temperatura della pietra refrattaria. Un forno acceso da alcune ore sarà più caldo di uno che è stato acceso da poco e una pietra su cui è stato appena cotto qualcosa sarà più fredda di una su cui non c'era appoggiato nulla.  Rimanendo in tema...
  6. Ricarica la tua pietra refrattaria. Fai finta che la pietra refrattaria sia una batteria ricaricabile. Quando cuoci le pizze una dopo l'altra, la pietra inizia a perdere calore. Se inforni la pizza su una pietra che non è calda come dovrebbe, potresti ritrovarti con un cornicione molle o una base poco cotta. Se lasci trascorrere qualche minuto tra una pizza e l'altra, consentirai alla pietra di riscaldarsi nuovamente e otterrai delle pizze squisite.
  7. Usa l'intera pietra. Se stai infornando una pizza, prova a non depositarla sempre nello stesso punto. Evitando che le pizze fredde finiscano nello stesso punto ogni volta che le inforni, aiuterai la pietra refrattaria a rimanere alla temperatura desiderata. Sebbene ciò sia più facile se stai lavorando con un forno da circa 40 cm, è anche fattibile in un forno da 30 cm. Depositarla leggermente più a destra o più a sinistra, più in avanti o più indietro può fare un'enorme differenza. 
  8. Largo all'interazione. Durante una pizzata, preparare la pizza è un lavoro a tempo pieno. Una volta che inizi a cucinare, lavorerai fino a quando non saranno tutti sazi. Alleggerisci il tuo carico di lavoro coinvolgendo gli ospiti in modo che stendano e condiscano le proprie pizze. 
  9. Prova la cottura parziale. Se desideri finire rapidamente le tue pizze in forno una volta che i tuoi ospiti sono arrivati, la cottura parziale è un ottimo modo per portarti avanti nel lavoro e avere più tempo per socializzare. Se cuoci anticipatamente l'impasto fino a metà cottura dovrai semplicemente guarnirlo e rimetterlo in forno prima di sederti e mangiare. Anche se questo non è il modo ideale per cuocere una pizza napoletana, otterrai comunque pizze gustose. Prova questo metodo anche per i pasticci al forno. 
  10. Raddoppia. Se stai cucinando per molte persone, accendere due forni Ooni è una buona idea. Sebbene sia un po' troppo per una riunione informale nel giardino dietro casa, se prepari da mangiare per una festa con poche persone, o semplicemente se hai una famiglia molto numerosa, poter cucinare con due forni significa dedicare meno tempo alla ricarica della pietra e poter preparare più pizze, più rapidamente. 
  11. Ricorda il calzone di recupero. L'impasto può strapparsi o bucarsi. Quando le inforni, le pizze non riescono tutte perfettamente tonde. In questo caso, non temere: dai uno sguardo alla nostra ricetta del calzone di recupero. Piega la pizza a metà, sigillala lungo il bordo con le dita e infornala; conserva questa ricetta per le emergenze, è un trucco per salvare l'impasto bucato. 
  12. Pulisci man mano che procedi nella preparazione. Prima di infornare la pizza non ti sei accorto che si era bucata e alcuni condimenti si sono attaccati alla pietra? Fai andare il forno per alcuni minuti alla massima temperatura prima di infornare un'altra pizza. Il calore dovrebbe bruciare eventuali condimenti incrostati. Usa la pala o la spazzola per forno per ripulire il centro della pietra dalle ceneri e potrai ricominciare. 
  13. Tieni le pizze in caldo. Anche se usi il tuo forno Ooni per cuocere, non è una cattiva idea mantenere al minimo il forno tradizionale in modo da poter tenere le pizze in caldo se non vengono divorate all'istante. Basteranno una teglia rivestita con un foglio di alluminio e un forno a bassa temperatura per far sì che la pizza resti pronta da mangiare, anche se i tuoi ospiti si prendono una pausa nel bel mezzo della festa. 
  14. Fai luce con una lampada frontale. Cucini di notte ma all'esterno l'illuminazione lascia a desiderare? Quando il nostro consulente culinario Kelsey Small organizza feste che si prolungano ben oltre il tramonto, usa una lampada frontale per poter vedere esattamente quando le pizze sono cotte. Ebbene, questa è una mossa da professionisti.
  15. Infine, la regola più importante: mantieni la calma. Possiamo aver detto che dobbiamo lasciarci alle spalle il perfezionismo di Martha Stewart, ma è proprio lei a darci un ottimo consiglio in tema di ospitalità: "La torta non è perfetta? Tagliala a fette. Mantieni il controllo e non farti mai prendere dal panico". Anche se non faceva riferimento alla pizze, il consiglio è comunque valido. Gli errori sono anche la parte divertente della serata. Più manterrai la calma, più la festa sarà divertente. 
Articolo precedente Come pulire lo sportello in vetro del forno Ooni Karu 16
Articolo successivo Come scegliere la pala per pizza giusta

Iscriviti

Ti invieremo fantastiche ricette e offerte esclusive

Aggiunto al tuo carrello:

Titolo del prodotto

  • (-)
Totale parziale carrello